Differenze tra Yoga & Pilates

Namastè,

Se sei capitato in questo articolo è perchè sei curioso di capire quali sono le differenza la lo Yoga e il Pilates. Magari sei alla ricerca di un corso che sia adatto alle tue esigenze.

In questo articolo ti spiegherò, quali sono le differenze, i punti che gli accomunano e spero di poterti aiutare nel scegliere quella che più fa per te, o perchè no sceglierle entrambe. Sicuramente voglio già anticiparti che sono utili entrambe, danno dei benifici sia sul piano fisico che mentale e si completano l’una con l’altra.

Ma iniziamo da un pò di storia:

PILATES

13 Pilatista ideas in 2021 | joseph pilates, pilates studio, pilates workout

 

IL metodo PILATES è un allenamento sviluppato agli inizi del 1900 da Joshep Pilates . Pilates era da bambino molto gracile, soffriva d’asma, rachitismo e febbre reumatica, decise di dedicarsi in giovane età al potenziamento della sua struttura fisica, praticando tanti sport tra cui Yoga. Si narra che il medico di famiglia gli regalò un libro di anatomia che Pilates studiò a memoria.Aveva talmente forgiato il suo fisico che lo presero come modello per delle tavole anatomiche.  Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale venne internato in un campo di prigionia a Lancaster. Quando nel 1918 la famigerata epidemia di influenza spagnola uccise migliaia di persone, Pilates ebbe modo di notare che nessuno di coloro che si erano sottoposti al suo training fisico era incorso nel contagio. L’ulteriore trasferimento sull’isola di Man lo mise a confronto con una realtà completamente diversa da quella appena vissuta nel Lancaster. Il campo era pieno di soldati reduci di guerra, feriti, menomati, immobilizzati dalle malattie. Pensando al futuro di questi uomini concepì metodi di riabilitazione alternativi e mise insieme dei macchinari di fortuna che potessero servire efficacemente allo scopo. Applicando molle e tiranti ai letti dei pazienti, Pilates faceva in modo che essi ritrovassero e mantenessero il tono muscolare pur essendo immobilizzati a letto. Iniziò da qui i primi prototipi di quello che è ancora oggi l’Universal Reformer .Questo ebbe un enorme successo.

Aprì il suo primo studio a New York e cominciò a codificare la sua tecnica.La prima parte di detta tecnica era incentrata esclusivamente sul MatWork, ovvero una serie di esercizi eseguiti a corpo libero su di un materassino (“mat”). Questo programma venne codificato in un libro chiamato Contrology, nome originario che lui stesso coniò per la sua tecnica.

Quindi cosa è il metodo Pilates ?

Possiamo definire il  metodo Pilates come una disciplina che partendo da una base posturale, concentra gran parte del lavoro sui muscoli che favoriscono il controllo della postura, che si trovano nell’area compresa tra il busto e il bacino (dorsali, lombari, addominali, glutei) la cosidetta POWER HOUSE.  Pilates è un metodo a più livelli dal base all’intermedio, avanzato. Gli esercizi devono rispettare sempre i seguenti pilastri del metodo ( RESPIRAZIONE-CONTROLLO-ISOLAMENTO-PRECISIONE-FLUIDITà-CONCENTRAZIONE-CENTRALIZZAZIONE-ROUTINE).Oltre un lavoro posturale iniziale si hanno grandi benefici soprattutto sul tono e la forza muscolare, che rendono il corpo elegante, forte ed elastico. Nel pilates la respirazione è di fondamente importanza si inspira dal naso e si espira dalla bocca.

PUNTI DI FORZA DEL PILATES:
  • Allevia il maldischiena
  • Corpo più elastico
  • Addome forte e stabile
  • Glutei, addome, braccia e cosce più toniche
  • Riduce lo stress
  • Migliora la capacità respiratoria
  • Aumenta la propriocezione , la coordinazione e l’equilibrio
  • Pìù livelli in base alla tua preparazione (dai più sedentari chi presenta patologie ai più dinamici )
  • Stimola il lavoro sul pavimento pelvico
  • Migliora la postura
  • Complementare a ogni altro sport per i miglioramenti che apporta al fisico
Joseph Pilates e quel metodo che ha convinto il mondo

I pilastri del metodo:

Respirazione
La respirazione è di fondamentale importanza perchè oltre ossigenare tutti i muscoli del nostro corpo durante l’esecuzione degli esercizi, rilassa la nostra mente. La respirazione Pilates deve coinvolgere i muscoli stabilizzatori che sono composti da trasverso addominale, obliqui interni, multifido e pavimento pelvico. ​ ​
Controllo
Il pilates venne battezzato dal suo ideatore con il termine “Contrology”. Ogni attivazione deve produrre un approccio mentale preciso e cosciente, questo significa anche prevenzione da infortuni e risultati garantiti ​ Centralizzazione Ogni movimento parte da quello che J.Pilates chiamava ” Power House”.Da un centro forte e stabile, situato attivando la muscolatura profonda e superficiale tra addome e schiena e bacino partono movimenti più efficaci. ​ ​
Concentrazione
Il Pilates richiede un costante lavoro mentale. Il movimento parte dalla corteccia cerebrale. Gli esercizi svolti durante la lezione si eseguono con la massima attenzione e concentrazione. Più alto è il grado d’impegno mentale e di coscienza del movimento, meglio si integreranno gli altri principi nell’ esecuzione tecnica.
​ Isolamento
Per “isolamento” si intende la capacità di far lavorare solamente i muscoli necessari alla produzione del gesto, economizzando lo sforzo, utilizzando cioè solo i muscoli necessari, alla loro profondità di contrazione ottimale, senza disperdere energie inutili. ​ Precisione
Il pilates si fonda sugli allineamenti e sulle geometrie dei segmenti corporei. ​
Fluidità
I movimenti devono essere eseguiti in maniera armonica e non rigidi, eseguiti in tempi né troppo rapidi né troppo lenti. La fluidità, oltre a garantire salute e mobilità, promuove l’equilibrio muscolare riducendo i movimenti scorretti di compensazione. ​
Routine La routine ti permette nel tempo dopo aver appreso in principi posturali di lavorare in sicurezza andando a lavorare in crescendo nella difficoltà degli stimoli proposti durante l’allenamento. La costanza è la migliore medicina per il benessere!

YOGA

origini dello yoga

 

Lo Yoga è una disciplina antichissima che viene dall’India  con una propria filosofia. è uno stile di vita da mettere in pratica tutti i giorni non solo sul tappetino .  Yoga significa unione di corpo mente e soprattutto spirito, per questo è una pratica spiriturale. Lo yoga non si basa solo sulle Asana che il corpo assume ma anche sulla meditazione e come il pilates sulla respirazione.Ci sono tantissimi stili di Yoga ognuno dei quali ha delle caratteristiche ben precise.

Prima di tutto andiamo a vedere le caratteristiche principali dello yoga: come è nato, le caratteristiche della pratica, e le peculiarità di questa disciplina. E’ una vera e propria scienza nata in India circa 5000 anni fa che comprende pratiche fisiche e mentali, la meditazione, la filosofia, esercizi di respirazione e principi di comportamento che vanno ben oltre gli esercizi che si fanno sopra il tappetino.

Fino a circa 150 anni fa questa disciplina si conosceva solo in India ed era tramandata da maestro a discepolo, o da alcuni libri classici come ad esempio: hatha yoga padipika, gli yoga sutra di Patanjali (recensito qui) o la bhagavad gita.

Nel corso degli ultimi anni però questa pratica si è diffusa incredibilmente anche in occidente e attualmente ci sono milioni di praticanti in tutto il mondo che fanno yoga regolarmente. La sua enorme diffusione ha fatto si che nascessero numerosi nuovi stili di yoga, ognuno con caratteristiche uniche.

PUNTI DI FORZA DELLO YOGA :
  • Rilassa la mente e aumenta la consapevolezza di se stessi
  • Aumenta l’elasticità muscolare
  • Aumenta la forza e la mobilità articolare
  • Allevia il maldischiena
  • Migliora la capacità respiratoria
  • Aumenta la propriocezione e l’equilibrio
  • Stimola il lavoro sul pavimento pelvico
  • Migliora la postura
  • Complementare a ogni altro sport per i miglioramenti che apporta al fisico
How to Find Your Inner Balance - Best Yoga Spots in Bali

I pilastri del metodo

Ritiro dei sensi degli oggetti esterni (Pratyhara)
Portare la nostra attenzione verso l’interno e non verso i nostri sensi, è il passo indispensabile per poter avvicinarci alla meditazione.
Meditazione comprensione(Dhyana)
La meditazione è uno stato di profonda pace che si raggiunge quando la mente si calma pur rimanendo però completamente vigile. Esistono numerose tecniche di meditazione.
Concentrazione della mente ( (Dharana)
Capacità di rivolgersi al proprio mondo interiore, di mantenere il campo di coscienza attentiva verso un punto, un riferimento.
Controllo del respiro( Pranayama)
Esercizi di respirazione, e il controllo del prana ( l’energia vitale)
Postura fisica ( Asana)
Attraverso posture del corpo
Etica personale( Nyama)
Sono cinque regole di condotta individuale per migliorare sé stessi: pulizia, contentezza, austerità, studio dei testi, devozione.

COSA SCEGLIERE TRA YOGA  E PILATES?

pilates o yoga
Fonte: Portmelbournephysio

 

 


PILATES YOGA
Hai problemi posturali o alla colonna

 

Vuoi ottenere un corpo tonico, flessibile e un addome forte

 

Ti piace usare sia attrezzi  (Props) che lezioni a corpo libero, oppure con le grandi macchine.

Stai cercando un equilibrio mentale oltre che la pratica fisica che migliori la tua postura.

Vuoi ottere un corpo molto flessibile

 

Preferisci le lezioni a corpo libero. Anche se alcuni tipi di yoga utilizzano dei piccoli supporti ( cinture, cuscini, blocchi yoga

A te la scelta sulla pratica che preferisci, nelle mie lezioni integro sempre le due discipline  perchè le trovo super efficaci.

Namastè!

Laura ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pilates e Yoga con Laura
Torna su